Korea

아침식사 – colazione

Ecco la colazione. Mi sto riprendendo dagli spasmi del jetlag. Ho dormito 6 orez mi sveglio con crampi di fame perché idri non ho mangiato nulla se non un po di riso e un brodo. Menomale che la crocerossa sang mi aiuta.
Preso dalla fane butto giu un cioccolatino avanzato dal viaggio. Per qualche minuto riprendo conoscenza.
Poi caldo. Ma che dico caldo. Useró metafore. Nucleo della terra. Magma. Forno a legna. Braceri infernali.
Il riscaldamento in una casa coreana è diverso da quello di una casa europea. Innanzitutto è a pavimento, non ci sono termosifoni. Poi è di solito altissimo rispetto a noi. Sui 25 gradi celsius. Alché ho cominciato a sudare paragonandomi a Hansel e Gretel. Avevo paura che mi stesse cucinando. No scherzo.
Adesso colazione. Il salato e il brodo. Il riso. Non sono proprio abituato. Faccio fatica a masticare i primi bocconi ma la fame è troppa e quindi mangio anche il kimbab. Il roll di alghe riso e carote con altre verdure.
Non mi riempio ma almeno ho chiuso un buco.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/faf/67937586/files/2014/12/img_0137.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/faf/67937586/files/2014/12/img_0136.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/faf/67937586/files/2014/12/img_0134.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/faf/67937586/files/2014/12/img_0135.jpg

Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s